FacebookInstagram
Comunicato stampa 28

COMUNICATO di CHIUSURA

 Amore per le proprie storie e gelosi dei propri segreti, e tanti altri i “Fattori comuni” dei prodotti e produttori IGP che martedì 21 novembre 2017 sono saliti sul palco del Teatro a Sori e poi alla Manuelina a Recco per farsi conoscere in occasione dell’incontro. Sono emerse storie ultracentenarie di queste eccellenze gastronomiche italiane rimaste inalterate nel tempo, che si trovano nel mondo d’oggi con le mille difficoltà dell’essere piccoli e stare comunque sul mercato conservandone la tipicità d’origine.

L’evento è stato organizzato dal CONSORZIO DELLA FOCACCIA DI RECCO

Con il patrocinio Regione Liguria, Comune di Recco, Camogli, Sori e Avegno e Camera di Commercio di Genova. “Fattore Comune” vuole essere un incontro tra quei prodotti già tutelati dall’Unione Europea attraverso la protezione accordata alla denominazione dei rispettivi Comuni da cui prendono il nome. Una giornata insieme per illustrare e condividere i percorsi fatti, i risultati e gli obiettivi che si vorrebbero raggiungere, un “laboratorio di esperienze e nuove idee”, un costruttivo dialogo tra i Consorzi e le Amministrazioni Locali coinvolte che hanno in comune una DOP e IGP che porta il nome del Comune d’origine.

Presenti per il 2017

Valle D’Aosta, Lardo di Arnad DOP – Piemonte, Robiola di Roccaverano DOP  Marche, Maccheroncini di Campofilone IGP - Lazio, Pane di Genzano IGP Liguria, Focaccia di Recco col formaggio IGP

Il talk show pomeridiano è stato preceduto dal saluto del Sindaco di Sori Paolo Pezzana dicendosi orgoglioso di aver potuto ospitare nel Teatro cittadino un evento così importante.

L’Assessore regionale all’Agricoltura della Regione Liguria Stefano Mai si dice “Veramente soddisfatto che un evento simile sia stato organizzato nella sua regione, le parole degli intervistati hanno espresso all’unisono forti radici con i propri territori, culture che si tramandano di generazione in generazione, con la stessa determinazione da ogni regione d’Italia presente”.

Anche il Sindaco di Recco, la Città della Focaccia col formaggio, esprime massima soddisfazione e ringrazia il Consorzio della Focaccia di Recco per lo sforzo compiuto nell’organizzazione dell’evento. “I prodotti d’eccellenza sono prezioso patrimonio per i propri luoghi d’origine e devono essere assolutamente preservati nel tempo. Recco con la sua focaccia ne è un esempio”.

Con l’introduzione di Lucio Bernini che, supportato dalla forza delle tradizioni di famiglie secolari che a Recco sono strettamente legate alla Focaccia di Recco, ha portato il Consorzio ad ottenere l’IGP per il suo prodotto, il Talk Show è iniziato alle 15,30 presentato da un grande Edoardo Raspelli, giornalista, scrittore, conduttore televisivo e gastronomo ritenuto anche il più celebre critico gastronomico d’Italia. Nella prima parte, per le interviste agli Amministratori dei Comuni da cui i prodotti presenti prendono la propria Denominazione, sono saliti sul palco per Arnad il Sindaco Bonel Pierr, per Roccaverano il Sindaco Vergellato Fabio, per Campofilone il Sindaco Ercole D’Ercoli, per Genzano di Roma il Sindaco Daniele Lorenzon, per Recco il Sindaco Dario Capurro. Ognuno ha spiegato con sincero coinvolgimento il valore che la propria eccellenza agroalimentare DOP o IGP rappresenta per il suo territorio con le varie sfaccettature che la denominazione europea ha donato al Comune/territorio/prodotto rappresentato.

Ore 16,30 uno strepitoso “Farinata break” a cura delle attività consorziate di Sori: Edobar, Trattoria Il Boschetto e Tossini Focacceria. Farinata appena sfornata in grandi tegami di rame, piccoli tiramisù e pandolce genovese, innaffiati da Bianchetta e Vermentino ligure.

Ripresa dei lavori alle ore 17,15 circa con le attesissime interviste ai Produttori che hanno visto salire sul palco: per il Lardo di Arnad DOP Borretta Lorenzo, presidente dell’associazione Lo doil che ogni anno a fine agosto organizza la FESTA DEL VALLE D’AOSTA LARD D’ARNAD DOP portando in un piccolo paese quale Arnad oltre 60.000 persone; per la Robiola di Roccaverano DOP Fabrizio Garbarino, presidente del Consorzio per la Tutela del Formaggio Robiola di Roccaverano; per il Pane di Genzano IGP, Marco Bocchini, Mastro fornaio di quarta generazione che partendo dalla gavetta, ha fatto della panificazione per questo prodotto una passione che è diventata ragione di vita; per i Maccheroncini di Campofilone IGP Vincenzo Spinosi detto Sandro, la sua famiglia li produce  da tre generazioni ma lui oggi è anche richiesto da Bangkok a New York per le sue esibizioni ai fornelli tanto da diventare testimonial nel mondo per le Marche, per la Focaccia di Recco col formaggio IGP, Maura Macchiavello, titolare del ristorane Da Lino e presidente del Consorzio della Focaccia di Recco.

Silenzio assoluto in sala per ascoltarli, testimonianze personali ed emotive che hanno portato gli intervenuti in un affascinante percorso fra le tradizioni e le storie più vere degli uomini italiani.

Tutti hanno messo in evidenza le medesime difficoltà nel sostenere quotidianamente piccole aziende con piccole produzioni, i controlli, le certificazioni, i corsi di aggiornamento, la burocrazia, la concorrenza, ma anche all’unisono convinti del grande risultato dell’essere riusciti ad ottenere per il proprio prodotto la tutela europea con l’iscrizione nei registri comunitari delle DOP IGP, unica e sola via per vederne riconosciuta origine e titolarità.

Terminati con un grande applauso gli interventi dei produttori, è stata la volta delle Istituzioni con l’ Assessore Agricoltura Regione Liguria Agricoltura Stefano Mai, l’ Assessore Agricoltura Regione Piemonte Giorgio Ferrero, l’ Onorevole Sergio Battelli-Camera dei Deputati-Commissione Politiche dell’Unione Europea, l’ Onorevole Massimo Fiorio-Camera dei Deputati-Vice Presidente Commissione Agricoltura, l’Europarlamentare Tiziana Beghin-Commissione Commercio Internazionale e difesa made in Italy, l’ Europarlamentare Angelo Ciocca-Commissione Attività Produttive e l’ Europarlamentare Alberto Cirio-Commissione Sicurezza Alimentare e Agricoltura.

Una rappresentanza estremamente qualificata che ha espresso grande apprezzamento e solidarietà ai produttori presenti esortandoli ad andare avanti a sostenere i propri prodotti DOP e IGP, unica via nell’agroalimentare per difenderne il MADE IN ITALY a livello europeo, dando tutti il pieno appoggio nel sostenerli ed affiancarli, ognuno per le proprie competenze e nelle opportune sedi, nel caso di difficoltà o necessità. Al termine fitto scambio di contatti fra tutti.

Dopo le conclusioni tracciate da Lucio Bernini ed Edoardo Raspelli, transfer a Recco dove si sono aperte le porte del ristorante Manuelina che per il Consorzio della focaccia di Recco ha ospitato il momento conviviale: spazi dedicati ad ognuno dei prodotti DOP IGP presenti, banchi d’assaggio delle rispettive specialità con laboratori, dimostrazioni e racconti, in un affascinante food tour, preziosa occasione per conoscersi, incontrarsi, capire e promuovere queste realtà del patrimonio gastronomico italiano. Apprezzatissime “Le Interpretazioni della Manuelina” a cura della brigata di cucina con base i prodotti DOP e IGP ospiti: Rolls con salmone marinato e Robiola di Roccaverano, Delizia di polenta con Robiola di Roccaverano tartufata, Pane speziato con lardo di Arnad e miele, Panzanella on il pane di Genzano, Pappa al pomodoro con il Basilico Genovese DOP, Cannolo di pasta matta con prescinseua e pesto con Basilico Genovese DOP.

Allestita anche un’area tutta ligure con il Consorzio olio extra vergine Riviera Ligure DOP, il Consorzio Basilico Genovese DOP con laboratorio di preparazione del pesto ed Enoteca Regionale della Liguria con la rappresentazione della produzione enologica ligure.

Presente anche una nutrita squadra dell’Istituto Alberghiero Marco Polo di Genova e Camogli.

Durante la serata scambi di doni, targhe, libri e riconoscimenti fra gli ospiti, momenti in cui si sono sugellate nuove amicizie nate solo nel pomeriggio ma che promettono di durare nel tempo, perchè fra persone che hanno tanto in comune, a cominciare dal rispetto per i il proprio lavoro e i propri prodotti, di cui continueranno a custodirne gelosamente segreti e tradizioni. Tante fotografie fra tutti mentre il Vice Sindaco di Recco Gianluca Buccilli, salutando gli ospiti, esprimeva vera soddisfazione per il successo di questa prima edizione di Fattore Comune, ricordando che la focaccia col formaggio a Recco ha qui radici antiche. Oltre un secolo fa “rechelini doc” ed abili osti di allora, i cui eredi sono divenuti col tempo professionisti panificatori e ristoratori di oggi, hanno tramandato nel tempo una tradizione secolare che ha portato la focaccia di Recco col formaggio ad essere il prodotto gastronomico principe della città di cui porta il nome, costituendo motivo di grande attrazione per quel turismo enogastronomico che sempre più sceglie le proprie mete attratto da quanto di più tipico le località offrono. E come Recco anche le altre produzioni di nicchia come oggi ci hanno testimoniato gli amici che sono venuti a trovarci”.

FATTORE COMUNE

Quando il prodotto DOP IGP è sinonimo di un territorio Si è rivelato una grande opportunità di promozione delle Produzioni agroalimentari tutelate dall’Unione Europea,sempre più ricercate da quel turismo enogastronomico che in Italia ha numeri in continua crescita con fatturati importanti per l’economia nazionale.

………………

Il Consorzio della Focaccia di Recco col formaggio ha ottenuto, dopo un iter durato oltre 10 anni, il 15 gennaio 2015 la protezione comunitaria I.G.P.
La Focaccia di Recco col Formaggio I.G.P. è un grande valore aggiunto, riconosciuto solo nei comuni di Recco, Camogli, Sori e Avegno e alle attività consorziate:
RISTORANTI a Recco ALFREDO – ANGELO -  DA LINO - DA O VITTORIO - DEL PONTE – MANUELINA – VITTURIN – FOCACCERIA MANUELINA.
RISTORANTI a Sori EDOBAR - IL BOSCHETTO.
I PANIFICI e ASPORTI: MOLTEDO G. B. – MOLTEDO LUISA a Recco TOSSINI PANIFICI a Recco e Sori. REVELLO FOCACCERIA a Camogli.

www.focacciadirecco.it

Pagine FB La festa della Focaccia di Recco oppure Focaccia DI Recco
Instagram consorziofocacciadirecco

 

 

Il sito usa cookies per facilitare la navigazione.

Per conoscere i cookies usati da questo sito, vi invitiamo a leggere la privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.